La storia

...nel 1954 "Polvere"...
Le edizioni musicali Galletti-Boston furono fondate nel 1946 dal maestro Angelo Galletti, valente violinista e compositore, che iniziò stampando in proprio le sue opere. A questo periodo risalgono "Avventuriero" (un valzer brillante che é tuttora ristampato) e la collaborazione col maestro Secondo Casadei, che vide la sua prima produzione stampata proprio da Angelo Galletti.
Risale invece al 1947 la prima canzone trasmessa da Radio Bari intitolata "Senza l'amore". Ma il vero e proprio successo fu raggiunto nel 1954 con la canzone "POLVERE" che vide Galletti in qualità di co-autore ed editore. A tutt'oggi si contano ben 64 diverse incisioni di questo evergreen che, lanciato da Giorgio Consolini e ripreso recentemente anche da Fred Bongusto, ha varcato i confini italiani per diffondersi con successo in Germania, Scandinavia ed Argentina. Questo é il passato "remoto".
...due dischi d' oro...
Il passato più recente vede le edizioni musicali Galletti-Boston in prima fila nella diffusione della musica tradizionale. Sicuramente Angelo Galletti fu il primo a credere in questo genere musicale e a dedicarsi al liscio a tempo pieno, forse perchè la musica da ballo, intesa in senso lato anche come samba, cha-cha-cha, twist,calypso aveva già fatto parte del suo catalogo editoriale.
Successe così che, sempre alla ricerca di nuovi talenti, riuscì a scovare sulle colline faentine un bravissimo fisarmonicista che "suonava col cuore", ovvero Roberto Giraldi, in arte Castellina. Fu un vero e proprio colpo di fulmine artistico.
Da allora i successi dell'Orchestra Castellina-Pasi e delle edizioni musicali Galletti-Boston sono strettamente legati e la collaborazione iniziata tanti anni fa dura tuttora, d'amore e d'accordo, arricchita dall'apporto della casa discografica BMG-Ricordi S.p.a. (già RCA).
Frutto di questo lavoro coordinato sono stati i 2 dischi d'oro conquistati, gli unici dischi d'oro conquistati da un'orchestra da ballo.
..sempre nel cuore e nel ricordo...
Indubbiamente il liscio e, più in generale la musica tradizionale italiana, deve molto alla figura di Angelo Galletti ed alle edizioni musicali da lui fondate, poichè ha contribuito a valorizzare questo genere in ambito nazionale, facendolo uscire dai ristretti confini della Romagna.
Se il liscio, oggi, è suonato e ballato ovunque, lo si deve anche e soprattutto a persone come Galletti, dotate di intuito professionale non indifferente, una enorme passione per la musica ed una instancabile attività.
Castellina-Pasi, Franco Bagutti, Ruspa, Genio & Pierrots, Filadelfia, Gianferrari, Baiardi, Canterini Romagnoli, Mauro Rizzi, ecc. sono solo alcune delle orchestre che hanno collaborato e collaborano con le edizioni Galletti-Boston ed alle quali affidano la propria produzione.
Scomparso nel 1986 il maestro Angelo Galletti, che però vive sempre nel cuore e nel ricordo dei romagnoli veraci, l'attività editoriale è ora passata nelle mani delle figlie Alessandra ed Anna che, con uguale impegno e dedizione, cercano di calcare le orme paterne ed i fatti sembrano dar loro ragione. Anna nel novembre 1995 é entrata a far parte dei nuovi Organi sociali della S.I.A.E. in qualità di Commissario della Sezione Musica.

L’attività attuale continua sempre con particolare attenzione al mondo del ballo e della musica latina. Ma tutto ciò lo si desume sfogliando le sezioni “catalogo” ,“orchestre” e, soprattutto, la sezione “novità”.
Realizzazione e gestione tecnica del sito a cura di
iprov.com Iprov.com
Grafica, design e comunicazione
cosmobile.net Cosmobile.net
Sviluppo e gestione dati